Cor Unum 2017_2

Numero 2/2017

Cor Unum 2017_2

IN PUNTA DI CUORE
Questo numero di Cor Unum, il secondo dell’anno 2017, si apre con una zoomata
sul cuore.
Anzitutto quello della nostra Federazione che ha celebrato lo scorso ottobre
l’Assemblea Intermedia.
Filo conduttore dell’evento è stata una frase di Agostino dall’Esposizione sul salmo
44: «Un cuore che ascolta, vede». Un report a due voci nell’Editoriale offre uno
sguardo sui temi affrontati in Assemblea, insieme a prospettive e spunti di riflessione.
Infatti il contributo è duplice: da un lato lo sguardo di M. Monica Gianfrancesco
OSA, Preside Federale, che “vede” attraverso l’esperienza del servizio svolto e della
partecipazione ad altre precedenti Assemblee, dall’altro quello di sr Francesca M.
Ascione OSA alla sua prima presenza assembleare.
Due Studi in questo numero entrano in scena con la grazia e la leggerezza di un passo
di danza. Sr M. Abir Hanna OSA, partendo dall’immagine di un ricordo personale
impresso nel cuore, ci presenta un’interessante e accurata ricerca-riflessione su La
danza sacra come reazione di grazia.
Se è vero che nella danza «la semplicità del gesto scaturisce da una disposizione
di apertura esistenziale all’accoglienza del divino», allora essa esprime anche la
reazione di gratuità alla grazia di questo incontro. Ed è proprio il tema della gratuità,
letta, approfondita, compresa come strumento per evangelizzare la vita comune ad
essere oggetto di attenzione e studio da parte di sr Francesca Ascione OSA che ci
introduce allo stile, ai verbi e alle espressioni di questa luminosa e fondamentale
componente dell’amore fraterno.
Enunciato tra le espressioni della gratuità c’è il silenzio, oggetto della Rubrica -
Nel cuore della nostra vita - che prosegue a riflettere su alcuni temi delle nostre
Costituzioni. Sr Mariagrazia Rigotti OSA presenta un percorso che può aiutarci a
cogliere la voce sottile del silenzio attraverso un appassionante excursus di scritti
agostiniani, testimonianze storiche del nostro Ordine, esempi di vita resa feconda
dal silenzio, che si fa ascolto attento e orante della Parola di Dio.
Per la Rubrica - In dialogo - sr Laura Quarto OSA condivide l’incontro con le storie
di tre donne che hanno vissuto fino in fondo il Credo della nostra fede, donne piene
di vita, materne nell’amore, capaci perciò di donare vita, affrontando nella fiducia
e nell’abbandono a Dio l’ora della sofferenza e della prova. Chiara, Francesca,
Cristina, sono testimoni di una radicalità evangelica che ci interpella e interroga
anche lo stile della nostra vita consacrata. La figura di sr Angela Monteduro OSA, tratteggiata nella Rubrica - Figure di santità
- rientra invece tra le testimoni di “casa nostra” che ci hanno preceduto nel segno di
una vita spesa per Dio e per la Chiesa. Tratti salienti della vita e della vocazione di sr
Angela sono stati infatti l’amore per la missione e l’unità della Chiesa, come attesta
la recente pubblicazione Sr Angela Monteduro - Un solo Ovile, un solo Pastore,
scritta dall’amico e diacono Renato Rossi, Delegato per l’Ufficio dell’Ecumenismo
della Diocesi di Siena.
Il secondo numero dell’anno di Cor Unum prevede sempre uno spazio riservato
a Cronache e testimonianze, che questa volta è impreziosito dalle risonanze delle
novizie e professe OSA sui due seminari di Formazione iniziale che hanno avuto
per tema Il cammino della preghiera in Sant’Agostino. Dalle Cronache delle nostre
giovani in formazione cogliamo un pensiero che ci riporta all’ascolto interiore: «Le
orecchie con le quali si ascolta la Lieta Notizia sono nascoste nel cuore e non sono
capaci di udire nulla se non posseggono una certa solitudine e silenzio interiore».
Buona lettura.
Deo gratias!
La Redazione